43 chilogrammi. Sfoglia di continuo riviste maschili e si sente frustrato per non essere muscoloso e perfetto come i modelli delle foto. Pian piano, nel tentativo di diventare uguale a loro, si riduce così e l’anoressia sembra doverlo uccidere. Ma il colpo di scena (sarà una sorpresa) cambia completamente il finale. La trasformazione pazzesca…

Postato a by Alessio Scalzo
Categoria
1069

Anoressia serissima, la sua. Il 25enne scozzese Daniel Rough, nel momento peggiore della malattia, era arrivato a pesare 43 chili. Come per tutti i giovani, tutto era iniziato quasi per caso, con una dieta e il desiderio di avere un fisico più asciutto. Nel 2011, quando aveva iniziato a frequentare l’università, aveva avuto un po’ di problemi con i coinquilini così, per trascorrere il tempo, aveva iniziato a comprare riviste da uomo, di quelle piene di maschi tonici e muscolosi. Chiuso in se stesso, quasi completamente solo, pensava ossessivamente alla perfezione di quei corpi e il desiderio di averne uno uguale cresceva ogni giorno di più. Così Daniel inizia a mangiare meno e a fare più attività fisica nella speranza di ottenere ciò che desidera. Ben presto tutto si trasforma in un incubo: Daniel inizia a contare ossessivamente le calorie e a fare esercizio oltre le sue forze. Il suo peso cala drasticamente e, nel 2012, si rende conto che ha bisogno di un aiuto per tornare alla normalità. Si rivolge a una psicoterapeuta e, pian piano, inizia a mangiare di più e a sentirsi meglio. Ma quando inizia il dottorato in informatica la situazione precipita di nuovo.

L’ARTICOLO CON LE FOTO CONTINUA NELLA PAGINA SEGUENTE

Pages: 1 2 3
Info sull'Autore
Alessio Scalzo

Nato nella terra di Pirandello e Sciascia, vivo e lavoro a Milano da un bel po' di tempo ormai. Leggo un po' di tutto e seguo con interesse le evoluzioni del mondo e dell'editoria.