C’è una zona di 130 km quadrati in cui puoi uccidere in totale impurità

Postato a by admin
Categoria
166

Il sangue è ancora fresco sulle mani di Clay McCann quando entra nel casotto di un ranger, fa scivolare sulla scrivania un fucile ancora caldo e informa il ranger che ha appena ucciso quattro campeggiatori.

“Vuole che chiami un avvocato?” chiede allarmato il ranger.

“Io sono un avvocato,” risponde McCann.

Inizia così il thriller del 2007 Free Fire di C.J. Box, il settimo di una serie di libri dedicati alla zona franca del Wyoming. La trama del libro ruota intorno alla premessa che nel parco di Yellowstone c’è un’area di 130 chilometri quadrati in cui puoi uccidere e rimanere impunito.

Le premesse del libro sono da ritrovarsi in un articolo di 14 pagine intitolato “The Perfect Crime” scritto dal professore di diritto della Michigan State University Brian Kalt. L’articolo descrive una terra di nessuno giudiziaria nella parte del parco di Yellowstone sita in Idaho.

Nel 2004, Kalt stava per diventare padre. Aveva deciso di scrivere un ultimo articolo prima della nascita per rimpinguare le sue finanze. Stava facendo ricerca nelle zone grigie giurisdizionali quando ha trovato un riferimento all’inusuale giurisdizione del parco di Yellowstone. Come tutti i parchi nazionali, Yellowstone è un’area federale. È diviso tra Idaho, Montana e Wyoming, ma una decisione del Congresso l’ha posto sotto la giurisdizione federale del Wyoming. È l’unico distretto giuridico federale che oltrepassa i confini dello stato.

L’ARTICOLO CONTINUA NELLA PAGINA SEGUENTE

Pages: 1 2 3 4 5
Info sull'Autore