Una donna su 4 muore di infarto perché non riconosce i sintomi. Altro che dolore al petto, ecco i modi più strani e frequenti in cui si può manifestare un attacco di cuore..

Postato a by admin
Categoria
429

Si è svegliata una mattina come tante vomitando senza capire il motivo, poi, dopo essersi ”liberata”, Sue Palmer è tornata a letto poi ha scritto un articolo sull’Huffington Post nel quale ha raccontato come il marito, che ha chiamato d’urgenza i soccorsi, le abbia salvato la vita. ”Andiamo al pronto soccorso, le ha detto. E lei: ”Ma perché?”. E lui, prontamente: ”Potrebbe essere un attacco di cuore”. A quel punto a lei si gela il sangue nelle vene ma trova comunque il coraggio di sorridere agli operatori del pronto soccorso. Una volta che viene portata in ospedale, le fanno due elettrocardiogrammi: dal primo non emerge nulla di grave. Ma, dal secondo, emerge una verità terribile. Sue aveva un attacco di cuore proprio mentre stava arrivando in ospedale. La coronaria destra era bloccata al 100% e l’arteria centrale era bloccata al 70%. Fortunatamente i medici sono stati in grado di bloccare l’attacco di cuore in tempo. Se dopo aver vomitato, la Palmer si fosse rimessa a letto, per lei non ci sarebbe stato più nulla da fare. Magari non sarebbe morta ma avrebbe avuto problemi irreversibili al cuore. E invece, grazie al tempismo, non ha riportato alcun danno permanente

L’ARTICOLO CON LE FOTO CONTINUANO NELLA PAGINA SEGUENTE

Pages: 1 2 3 4

Info sull'Autore