Gravidanza da incubo: “Vi scongiuro aiutatemi!”. “Non ho il coraggio di dirle a cosa è allergica”.

Postato a by admin
Categoria
164

La gravidanza per una donna è un momento molto particolare, sono lunghi nove mesi e a parte l’emozione grande di portare in grembo il proprio piccolo, ci sono anche tanti altri fattori che vanno presi in considerazione. Summer Bostock è una donna australiana di 29 anni in attesa del suo terzo figlio e per lei questo ultimo bebè in arrivo è stato veramente problematico. La mamma infatti nel corso dell’attesa si è ritrovata completamente ricoperta da terribili macchie rosse, inizialmente sulla pancia e poi anche sulla schiena e sulle gambe. La donna ha raccontato la sua storia al quotidiano The Sun, spiegando che verso la 30esima settimana di gestazione ha iniziato a vedere le prime macchie e a sentire un prurito insopportabile. A quel punto si è rivolta al medico che le ha dato da fare delle analisi, da cui è emerso che aveva un’eruzione polimorfica della gravidanza (PEP): “Il prurito era così intenso che non riuscivo a dormire”, ha detto Summer ricordando quei momenti terribili.

“Ho applicato creme e unguenti – dice nel suo racconto – ma nulla riusciva a lenire le mie sofferenze”. La 29enne nello spiegare la situazione ha parlato di una sorta di allergia al feto che portava in grembo: “Sei fondamentalmente allergica al tuo bambino” le avrebbe detto il suo medico, aggiungendo di aver avuto a che fare con altri esempi di PEP, ma nessuno così cattivo come il mio”.

Dopo questa diagnosi, non tanto per il fattore estetico, quanto per il prurito che pizzicava veramente tanto, la donna ha tentato una cura con varie creme calmanti, purtroppo con scarsi risultati, per cui ha dovuto convivere con il disturbo fino alla nascita del bambino. La cosa incredibile è che qualche ora dopo il parto, infatti, è sparito ogni segno. Da precisare che nelle due precedenti gravidanze Summer non aveva avuto alcun disturbo.

 

Info sull'Autore