India: uccisi tutti i militanti in Kashmir dopo una sparatoria di 3 giorni

Postato a by Alessio Scalzo

Una sparatoria durata 3 giorni nella regione del Kashmir è terminata oggi grazie all’intervento delle forze speciali indiane, che hanno ucciso altri due militanti tra quelli che hanno assaltato un edificio del governo.

I militanti hanno occupato un’edificio di cinque piani sabato, uccidendo sei persone nella sparatoria che ne è scaturita.

Il vice ispettore generale della polizia Ghulam Hassan Bhat lo ha confermato alla stampa: «Lo scontro è finito. Tutti e tre i militanti sono stati uccisi». Uno dei ribelli era già morto sabato.

I separatisti musulmani lottano contro le forze indiane in questa parte del Kashmir sin dal 1989. L’india accusa da anni il Pakistan di addestrare ed armare i ribelli nella porzione di questa regione sotto il controllo di Islamabad, per poi aiutarli a superare il confine ed attaccare i vicini.

Info sull'Autore
Alessio Scalzo

Nato nella terra di Pirandello e Sciascia, vivo e lavoro a Milano da un bel po' di tempo ormai. Leggo un po' di tutto e seguo con interesse le evoluzioni del mondo e dell'editoria.