L’Italia, il sessimo e la politica

Postato a by Alessio Scalzo

Maria_Elena_Boschi_-_Bologna,_Italy_-_1_Sept._2014_-_(3)

 

Il vocabolario Treccani definisce il sessismo in questo modo: «Termine coniato nell’ambito dei movimenti femministi degli anni Sessanta del Novecento per indicare l’atteggiamento di chi (uomo o donna) tende a giustificare, promuovere o difendere l’idea dell’inferiorità del sesso femminile rispetto a quello maschile e la conseguente discriminazione operata nei confronti delle donne in campo sociopolitico, culturale, professionale, o semplicemente interpersonale; anche, con sign. più generale, tendenza a discriminare qualcuno in base al sesso di appartenenza».

Si può dire che questo male sia stato debellato dall’Italia? Al momento no e ce lo dice un osservatore esterno al nostro sistema, Oliver Meiler, il corrispondente in Italia del quotidiano svizzero Tages-Anzeiger e di quello tedesco Süddeutsche Zeitung, in un pezzo tradotto da Floriana Pagano e pubblicato sul sito dell’Internazionale.

Il sessismo e il maschilismo sono calamità storiche, non solo in Italia. Ma a volte nella politica italiana si manifestano in modo particolarmente brutale. I due esempi più recenti illustrano questa tendenza in modo decisamente grottesco.

Patrizia Bedori del Movimento 5 stelle, ormai ex candidata alle elezioni comunali di Milano, si è sentita così offesa dagli insulti ricevuti – “nullafacente”, ma anche “brutta e grassa” – che ha deciso tra le lacrime di gettare la spugna. A questo bisogna aggiungere che perfino il leader del suo partito, il raramente elegante Beppe Grillo, l’ha definita durante uno dei suoi spettacoli una “brava mamma un po’ robustella”.

Da un leader che dovrebbe sostenerti in campagna elettorale ci si aspetterebbe qualcosa di diverso. A Giorgia Meloni, la presidente di Fratelli d’Italia attualmente incinta, è stato detto che invece di candidarsi alle elezioni per il sindaco di Roma avrebbe potuto piuttosto “fare la mamma”. Naturalmente queste esternazioni erano motivate anche dal calcolo politico, ma in sostanza frasi del genere rispecchiano il pensiero dominante, la vecchia mentalità.

(Continua a leggere su Internazionale)

 

 

Info sull'Autore
Alessio Scalzo

Nato nella terra di Pirandello e Sciascia, vivo e lavoro a Milano da un bel po' di tempo ormai. Leggo un po' di tutto e seguo con interesse le evoluzioni del mondo e dell'editoria.