“È morto”. Lutto nella fiction italiana. È stato il fratello ad annunciarlo alla stampa: “Ha combattuto contro il cancro con coraggio”. Fascino incontestabile, occhi che bucavano la tv: addio all’amato attore del piccolo schermo.

Postato a by admin
Categoria
55

Addio Ray Lovelock, l’attore 67enne si è spento stamani a Trevi, in Umbria, dopo una lunga malattia. A darne l’annuncio con un comunicato ufficiale la moglie Gioia, la figlia Francesca Romana e i fratelli. Raymond Lovelock era nato a Roma nel 1950 da padre di nazionalità inglese. Dopo aver iniziato la sua carriera come comparsa e attore di fotoromanzi, nel 1967, a 17 anni ha avuto la sua prima vera parte nel film western ‘Se sei vivo spara’.Per il primo lavoro importante deve attendere l’anno successivo, il 1968, quando viene scritturato per Banditi a Milano, diretto da Carlo Lizzani: in questo film, Lovelock interpreta Donato Lopez detto Tuccio, il minorenne della banda che terrorizza la città. Nello stesso periodo, con il vero nome, si dedica all’attività musicale, cantando nel complesso del suo collega Tomas Milian (il Tomas Milian Group, che incide per la CBS), incidendo da solista per la CGD e componendo anche alcune canzoni per le colonne sonore dei film Il delitto del diavolo (Le regine) e Uomini si nasce poliziotti si muore. Tra i suoi film più famosi, l’americano Cassandra Crossing (1976) di George Pan Cosmatos.

Info sull'Autore