Pornhub sta investendo nella VR

Postato a by Alessio Scalzo

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

Si parla tanto di realtà virtuale negli ultimi tempi e ad incrementare gli investimenti nel settore potrebbe essere Pornhub, uno dei principali siti a luci rosse al mondo.

Il colosso del porno ha aperto un canale specifico e gratuito, dedicato ai video a 360 gradi. Si possono vedere con i visori come Oculus Rift, Samsung Gear Vr e Google Cardboard, che sono stati presentati in tutte le fiere tecnologiche degli ultimi mesi.

«La realtà virtuale fornirà esperienze coinvolgenti mai viste prima», perciò gli utenti potranno «essere protagonisti e interagire con le star del porno preferite» ha dichiarato Corey Price, vice presidente di Pornhub, che è anche uno dei siti più visitati al mondo.

I contenuti gratuiti prevedono scene a 180 gradi e 360 gradi, da visualizzare sul pc con Oculus Rift e in mobilità con Samsung Gear VR e Google Cardboard.

Il dispositivo prodotto da Google costa pochi dollari, poiché fatto di cartone e permette l’inserimento del proprio smartphone, così Pornhub ha deciso di regalarne 10mila pezzi a chi si registrava al sito: sono andati sold-out in pochissimo tempo.

Il canale di PornHub nasce in partnership con BaDoink, una compagnia specializzata nella sperimentazione di film per adulti in contesti immersivi.

Qualche anno fa, quando i Google Glass erano in prova agli sviluppatori, una delle prime applicazioni fu proprio quella del porno, contrastata però dalla società di Mountain View.

Come spesso è accaduto per vari tipi di tecnologia e di supporti digitali (VHS, CD, DVD, Blu-ray, etc.) l’industria dei film per adulti, con i suoi cospicui investimenti, ha contribuito a orientarne lo sviluppo tecnologico e la diffusione di alcuni dispositivi a discapito di altri.

Se l’industria dei film a luci rosse vuole investire nella realtà aumentata, ci sono buone probabilità che questo tipo di tecnologia diventi il futuro per le aziende legate al mondo dell’intrattenimento.

Info sull'Autore
Alessio Scalzo

Nato nella terra di Pirandello e Sciascia, vivo e lavoro a Milano da un bel po' di tempo ormai. Leggo un po' di tutto e seguo con interesse le evoluzioni del mondo e dell'editoria.